JH Agent 006 and a half + 28 Gennaio 2019/28 January 2019

Stamattina dovevamo fare ancora dei home visits ma Mr Dom era occupato allora io e Channa siamo partite a piedi, io con su le scarpe di ginnastica e lei preoccupata che non c’è l’avrei fatta.  Ma era bello camminare nella campagna su una strada dove non passano camion. Channa conosce quasi tutti, tra l’altro casa sua e da queste parte. / This morning we had planned more home visits but Mr Dom wasn’t available  so Channa and I set off on foot, me with my gym shoes on and her worried that I wouldn’t make it. But it was nice walking along a country road with no lorries. Channa knows practically everybody, but then she lives round here.

Arriviamo alla prima casa. Tipica Cambogiano di legno rialzato da terra. Qui insieme ad altri 7 persone vive Dalin ragazza della scuola secondaria. Fra queste 7 persone c’è anche la nonna, o forse la bis-nonna visto che ha 88 anni. E venuta fuori curiosa quando ci ha sentito. Scendendo le scale da seduta, scivolando da una gradino all’altra.  Interrogate come gli altri, mi sembra di essere un controllare dei servizi sociali. / We arrive at the first house. A typical Cambodian house made of wood and on stilts. Here along with another 7 people lives Dalin a young girl from the secondary school. Among these 7 people is a grandmother or even great-grandmother being as she is 88 years old. She came out to see when she head us. Coming down the stairs one at a time on her bottom. Interrogated as with the others, I am beginning to feel like a social worker.

Andiamo avanti ad una casa in muratura. La casa e stato costruito dal padre della bambina, 12 anni Choring. Il padre fa il muratore e la madre lavora in fabbrica, così l’abbiamo trovato a casa con una zia molto giovane che fa la sarta. Dopo avere scattati un po’ di foto da mandare a suo sponsor siamo tornati al centro ad un pomeriggio di normali lezioni. /  We continue to a house built of bricks. The house was constructed by the father of the girl, 13 year old Choring. Her father is a bricklayer and her mother works in a factory, so we found her at home with a very young aunt who works as a dressmaker. After having taken some photos to send to her sponsors we made our way back to the Center for the usual afternoon of English lessons.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: