JH Agent 006 and a half + 17 Gennaio 2019/17 January 2019

photo 17-01-2019, 08 46 28 -s

Stamattina Mr Dom mi ha chiesto se poteva dare un passaggio a sua moglie che era andata al mercato. Ma mi faceva piacere, dopo circa 4 anni che Dom e il mio tuk-tuk driver fisso non avevo mai incontrata la moglie. Non poteva essere che bella e la sua bambina di due anni carinissima anche se un po’ spaventata da questa strana straniera. Ma era troppo attenta ad ascoltare musica dal cellulare che teneva in mano per fare storie. / This morning Mr Dom asked me if he could stop and give a lift to his wife who had been to the market. I was very happy to,  after around 4 years that Dom has been my regular tuk-tuk driver I had never met his wife. She was of course very pretty and his two year old daughter very cute though a little afraid of this strange stranger. But she was too busy listening to music from the mobile phone she was clutching in her hand to make a fuss.

I bambini piccoli stanno seduti per terra per le lezioni, cioè quando stanno seduti. Hanno dei libri per fare I compiti, che per quanto sono riuscita a capire consiste di una lettera al giorno e le loro insegnanti devono mettere un voto e I genitori devono mettere una segno per fare capire che hanno guardato e stanno seguendo il progresso dei loro piccoli. La targhetta che portano intorno al colla contieni una fotografia del bambino con la persona che è autorizzato a venire a prenderlo da scuola e solo quello persona può farlo. Ma alcuni hanno la bellezza di tre bambini da ritirare. Allora succede una moto con una donna, tre bambini ed una scopa. Non molto sicura ma qui si usa così, almeno che c’è in giro la polizia stradale. / The small children sit on the floor for lessons, that is when they sit. They have books for doing home work which as far as I can make out consists o copying a letter a day and the teachers have to mark then and the parents put their signature on to prove they are following their children’s progress. The badge they have hanging round their necks contains a photo of them with the person who is authorised to pick them up after school. But some pick up at least three children, so you end up with a motorbike with a woman, three children and a brush. Not very safe but that’s the way they do it here unless the police are around.

Durante la pausa pranzo Sokkea ed io siamo andati a piedi alla casa della mia prima “figlia” Theara. Durante la visita del nostro Presidente Franco Farao l’hanno detto che la nonna, che l’ha cresciuta, era stata molto male e soffriva di alta pressione. Avevo procurato delle medicinali identico a quello che stava prendendo, con la paura che avrebbe smesso di prenderlo visto che non esiste un servizio sanitario gratuito in Cambogia. Mi ha commossa perché si è alzata da tavola e mi è venuta ad abbracciare, cosa che I Cambogiani non sono abituata a fare. Ha solo un anno più di me ma e piccolina e se era magra prima adesso è pelle ed ossa e ha anche perso la vista in un occhio. Hanno insistito che ci sedevamo a mangiare con loro, riso, pollo al curry e l’inevitabile pesce secca che sono riuscita ad evitare perché non mi piace proprio, a pensare che loro la mangiano tutti I giorno. Toh, potrei dimagrire!, Theara, nonostante mi ha abbracciato, come sempre quando e a casa sua ha tenuta la testa bassa. L’anno scorso ha fallito l’esame a scuola anche se tutti mi dicono che studiava, perciò adesso sta facendo lezioni di ripetizioni su quasi tutte le materie. Questo significa che rimane a scuola dopo le 16,30 e va anche sabato e domenica per un costo di $25 al mese. Mi dicono che così e sicura di passare l’esame quest’anno e non aggiungo altro. Piuttosto sono d’accordo con lei che invece di fare un regalo quest’anno pagherò due mese di lezioni che attualmente sono pagati da uno zio quando se la può permettere altrimenti li prendano in prestito da altri parenti. Può essere dura la vita in Cambogia. / During the lunch break Sokkea and I went on foot to visit the house of my first “daughter “ Theara. During the visit of our President Franco Farao he had been told that her grandmother, who had brought her up, had been very ill and was suffering from high blood pressure. I had managed to obtain some medicine identical to the one she was using with the fear that she would stop taking them because of the cost as there is no free health service in Cambodia. She really moved me because she got up from the table to come and give me a great big hug, a thing Cambodians do not usually do. She is only a year older than me but very small and if she was thin before now she is all skin and bone and she has lost her sight in one eye. They insisted we sit down to eat with them, rice with curried chicken and the inevitable dried fish which I managed not to eat as I really dislike it and to think they eat it every day. Now, I really could lose weight! Despite the fact that Theara came and gave me a hug as usual when she is at home she kept here head down. Last year she failed her school exams though everybody tells me she studied hard so now she is taking additional private lessons in all the materials. This means she stays on at school after  4,30 pm and goes on Saturday and Sunday too for a cost of $25 a month . I am told that this way she will most certainly  pass her exams and I will say no more. So I have agreed with her that this year instead of a present I will pay for two months lessons which are actually paid for by an uncle when he has enough money, otherwise they have to borrow from other relations. Life can be hard I. Cambodia.

Anche la vita di 006 e mezzo + non è privo di piccoli problemi. Tornando in albergo ci siamo fermati per lasciare nel negozio di fotocopie dei libri che ho comperato in Phnom Penh e vorrei usare per insegnare sia ai piccoli sia ai più grande. Fin qui tutto bene. Partiamo e dopo circa 50 metri, putt, putt, putt e ci fermiamo. Dom ride e mi chiede scusa. Era andato fino alla frontiera con Vietnam con dei turisti e si era dimenticato al ritorno di fare benzina. Quindici minuti mi assicura e parte trotterellando lunga la strada sotto il sole. Non mi sentivo molto sicura parcheggiato in un tuk-tuk sul lato di una strada di due corsie anche se ero nella corsia d’emergenza, infatti stavo proprio per scendere quando lo vedo arrivare con due bottiglione di Pepsi che però contengano benzina. Qui si usa così. Come direbbe Franco, se mi permette di rubare il suo titolo “Cambodia or bust”. / Even the life of 006 and a-half + is not without its little inconveniences. On the way back to the hotel we stopped to drop off two books I had bought in Phnom Penh and want photocopies of for teaching both the small and bigger children. Up to here all okay. We set off again and after about 50 meters, putt, putt, putt and we stop. Dom laughs and says he is sorry. In the afternoon he had taken some tourists to the Boarder with Vietnam and on the way back had forgotten to fill up with petrol. Fifteen minutes he assures me and sets off trotting down the road under the sun. I didn’t feel very safe sitting in a parked tuk-tuk on a two lane road even if I was on the slip road. I fact I had just decided to get out when I saw  him coming back with two big bottles of Pepsi that were full of petrol. This is the way they do it over here. As Franco would say and if he permits me to use his catch phrase “Cambodia or bust”.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: