JH Agent 006 and a half 8 febbraio 2017

2017-02-08-img_4634

bandiera-itaMentre aspetto seduto sul lungo mare, con il suono delle onde ed un vento abbastanza fresca, che mi portano i gamberoni con pepe verde di Kampot, e sorseggio la mia birra freddissima Angkor, vi racconto della giornata di oggi.
Giornata disturbato accademicamente dalla presenza dei due medici che vengano ogni mese, controllano la salute dei bambini e distribuiscano, vitamina C, pastiglie per la tosse e per la febbre o dolori.
A questo punto ho deciso di dare i miei studenti una giornata di riposo. Abbiamo guardato una lezione d’inglese registrato su la chiavetta USB. È fatta proprio bene con cartoons di fratello e sorella ed un gufo che introduce i vari lezioni. Parlano molto piano e semplicemente e ci sono anche i sotto titoli. Mentre correggevo i compiti di ieri su i passatempi hanno guardato tutto. Poi facendo ascoltare, fermo, leggete il sotto titoli. Fin qui tutto bene. Rendiamo la cosa più difficile. Azzerò il volume. Fermo immagine, leggete. Sono andate benissimo. All’inizio erano incantate, poi mi sa che l’espressione di incantato è diventato di imbambolate. Va bene così, passiamo ad un paio di canzoni. Finito la lezione.
Nel pomeriggio ripeto la sessa cosa. Siamo interrotti anche da una tremenda agitazione fra i bambini. Vedono qualcosa che io, neanche con gli occhiali vedo, ma forse stavo guardando dalla parte sbagliato. Mr. To cerca di spiegarmi e alla fine capisco che forse si tratta di un paracadute. Poi tutti a correre ancora al ricinto a vedere, “guarda Jane guarda, la” riesco vedere, mi sembra un paracadute di quelli rettangolare, si chiamò sempre paracadute? sono ignorante in materia. Certo ai bambini ha creato un eccitazione tremenda. Chi sa se forse stato vicino.
Nel intervallo vado a parlare con i medici. Mi sono detta che se hanno studiato medicina senza altro parlano inglese. Ma mi capivano ma non parlavano, solo qualche parola prettamente medica. Comunque sono riuscita a capire che a parte delle tosse e raffreddore stanno tutti bene.
La terza classe ho fatto passare ancora giorni e mesi, non mollo. Poi ho dato delle schede con lettere mescolate da sistemare in parole per i vestiti, seguito da una scheda parole crociate. Visto che andava tutto bene, con l’esclusione di un paio, ho scritto su la lavagna di che colore fare ogni capo di vestito su le loro schede, distribuendo le matite colorati del centro. Visto che sono stati bravi ho fatto scegliere due colori a testa di quelli che ho portato dall’Italia. Ma quanto ci vuole scegliere due colori! Dopo non riuscivano capire che era un regalo e potevano portarli a casa. Quando hanno capito tanti grazie alla maestra e sono sparite subito nelle zaini.
Al saluto tutti eccitati per la gita al mare di domani.
Stasera forse ho perso l’occasione di una vita. Mentre attraversavo il giardino dell’albergo ho trovata il passaggio bloccato da un grosso rospo. Ho cercato di mandarlo via ma che non voleva spostarsi. Mi sono chiesta se voleva un bacio e sarebbe diventato il mio principe azzurra, ma ho deciso di non rischiare e l’ho fatto capire che era ora di spostarsi.
Ah, i gamberoni erano ottime.
Notte.

Questa presentazione richiede JavaScript.

bandiera-inglese_pulsanteWhile I am waiting sitting by the sea, with the sound of the waves and a very fresh breeze, that they serve me my prawns in Kampot green pepper sauce, and sip my very cold Angkor beer, I’ll tell you about today.
A day disturbed academically speaking, by the presence of two doctors who come each month , control the children’s general health and give out, vitamin C, pills for coughs, temperatures and pains.
At this point I decided to give my students a restful day. We watched an English teaching film on my USB stick. It’s really done well with a brother and sister and an owl as presenter who introduces the various lessons. They speak very clearly and slowly and there are subtitles too. While I was correcting their homework on hobbies they watched it all the way through. Then I got them to listen, stop image read subtitles. Let’s make it more difficult. Turn the volume right down. Stop image, read. They did really well. At the beginning they were mesmerised , then it became a glazed stare. That’s okay, we pass to a couple of songs. Lesson over.
In the afternoon I repeated the same thing. We were interrupted by a tremendous agitation among the children. They could see something that I couldn’t even with my glasses on, or I was looking in the wrong direction. Mr. To tried to explain and in the end I understood it was a parachute. Later they all rushed to the fence again to see “look Jane look, there” I manage to see, it looks like some sort of rectangular parachute, are they still called parachutes? I’m ignorant in this material. Certainly it caused great excitement among the children. What would it have been like if it had been nearer.
During the interval I went to speak with the doctors . I told myself they must speak English if they had studied medicine. But even though they did understand me they did speak a word, with the exception of medical terms. However I managed to understand that apart from coughs and colds they are generally in good condition.
With my third class I got them to go through days and months again, I don’t give in. Then I gave them a jumbled letter worksheet on clothes which most of them did quite easily I passed on to a crossword. As it all went well, with the exception of a couple, I wrote on the board what colour to fill in the clothes on their work sheets, giving out coloured pencils belonging to the center. As they had all done well I let them chose two coloured penciks from the ones I had brought from Italy. How long does it take to chose two coloured pencils! Then they couldn’t understand that they were a present and they could take them home. When they did understand and it was all “thank you teacher”. And away they went in their school bags”
At leaving time they were all excited about tomorrow’s trip to the seaside.
This evening I just might have missed the occasion of a life time. While crossing the hotel gardens a big toad was blocking my passage, I tried to send it away but it didn’t want to know. I asked myself if it was waiting for a kiss so that it could become my Prince Charming, but I decided not to risk it and I made it understand it had to move.
By the way the shrimps were delicious.
Goodnight

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: