Cambodia or bust 2017 – 28 Novembre/28 November

Adesso si che è davvero partita la missione in Cambogia. / Now my mission in Cambodia really started.

Oggi giornata davvero piena, con sveglia alle 7, e sarà così per tutto il periodo della mia permanenza qui, e attività fino al tramonto. / Today a really full day, with a wake up call at 7 a. m., and this will be so for the whole period of my stay here, with activities until sunset.

Adesso qui piove, ma per fortuna oggi il tempo ci ha aiutato, visto che una buona parte della giornata l’abbiamo passata, io, Sokkea e Channa, a girare per le risaie a fare Home Visits, innanzitutto alle situazioni più delicate. / Now it’s raining here, but luckily today the weather has helped us, since I, Sokkea and Channaa spent good part of the day running around through the rice fields to make Home Visits, first of all to the most delicate situations.

Dopo una mattinata passata ad assistere alle lezioni ai piccolini dai 3 ai 5 anni e a confrontarsi con i due medici che vengono mensilmente a visitare i nostri bambini per verificare di cosa il Centro ha bisogno dal punto di vista medico e della farmacia (ne parleremo domani), un boccone al volo (oggi piatto speciale a base di frittatina di riso con verdure e peperoncino piccantissimo) e poi via per i campi. Un po’ in moto, un po’ a piedi, dove le condizioni della strada rendevano sconsigliabile viaggiare in moto, onde evitare il rischio di ripetere esperienze già vissute dalle nostre Channa e Kimlaan, che qualche tempo fa sono finite a ruote all’aria in una risaia. / We spent the morning attending lessons for children from 3 to 5 years old and dealing with the two doctors who come each month to visit our children to see what the Center needs from a medical and pharmacy point of view (we will talk about it tomorrow). Then a quick lunch (today a special dish made of rice pancake with vegetables and hot chilli pepper) and then away for the fields. A little bit by motorcycle, a little on foot, where the conditions of the road made it inadvisable to travel by motorcycle, in order to avoid the risk of repeating experiences already dome by our Channa and Kimlaan, who some time ago ended up wheels in the air in a rice paddy.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Partiamo da Srey Kean, la ragazzina che lo scorso anno come regalo dal proprio sponsor aveva chiesto una nuova casa. Ricordo ancora i brividi che mi corsero lungo la schiena quando ce lo chiese. Eppure eccola lì la casa. Ho il magone mentre lo scrivo. Sembra quasi un sogno realizzato. La casa è ancora da finire, certamente, ma rispetto a quello che avevamo trovato lo scorso anno e grazie al grande contributo dello sponsor, oggi la famiglia vive in una casa di mattoni e con un tetto solido sopra la testa. E’ davvero una grande emozione ripensarci. Quanto è vero che volere è potere. / Let’s start with Srey Kean, the young girl who last year as a gift from her sponsor had asked for a new home. I still remember the chills that ran along my back when she asked me. Yet here is the house. I can barely hold the tears while writing it. It seems almost a dream come true. The house is still to be finished, certainly, but compared to what we had found last year and thanks to the great contribution of the sponsor, today the family lives in a brick house and with a solid roof above the heads. It is really a great emotion to think again. How true it is that strong will is power to make things come true.

Ma dovunque ti guardi in giro c’è ancora così tanto da fare. Purtroppo non hanno ancora acqua corrente. Devono rifornirsi di acqua dal piccolo stagno dietro la casa, durante la stagione delle piogge, e arrangiarsi con l’acqua piovana o con quello che trovano nelle pozze in giro durante la stagione secca. / But wherever you look around there is still so much to do. Unfortunately, they still do not have running water. They have to be supplied with water from the small pond behind the house, during the rainy season, and arrange themselves with rainwater or what they find in the puddles around the countryside during the dry season.

Un poco per volta. Un pezzetto alla volta. Certo non riusciamo ad arrivare dappertutto, ma diamo il nostro contributo con tutto il cuore che abbiamo. / A little at a time. One piece at a time. Of course we can’t get everywhere, but we make our contribution with all our heart.

Non mi abituerò mai alla povertà che vedo qui. Ci sono cose qui, che per noi abituati agli agi della cosiddetta civiltà sono impensabili. / I will never get used to the poverty I see here. There are things here, which are just unthinkable for us  people used to the comforts of so-called civilisation.

La casa dei vicini è in condizioni disastrate. Non si fidano nemmeno più a dormire all’interno. Dormono su panconi sulla nuda terra sotto la casa. E’ una casa molto vecchia, risalente agli anni ’50, che per una casa di legno è davvero un tempo inenarrabile. Presto la tireranno giù e ne faranno un’altra apoggiata direttamente a terra e non su palafitte come quella attuale, riciclando tutto quello che potranno e utilizzando foglie di palma per il completamento. / The house of the neighbours is in disastrous conditions. They don’t even trust to sleep inside. They sleep on benches on bare earth under the house. It’s a very old house, dating back to the’ 50s, which for a wooden house is really long long time. Soon they will pull it down and make another directly on the ground and not on stilts like the current one, recycling everything they can and using palm leaves for completion.

La povertà è tanta, e tanta è la loro gratitudine e generosità. Non hanno niente ma trovano lo stesso il modo di farci un regalo, un cocco fresco a testa da cui bere e per me un casco di banane di loro produzione. Sono davvero incredibili, riescono ogni volta a spiazzarti. / Poverty is so deep, and so is their gratitude and generosity. They have nothing but they always find the way to make us a gift, a fresh coconut for each one of us from which to drink, and for me a bunch of bananas from the trees they grow. They are really amazing, they manage to surprise you every time.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Poi via ancora dalla nostra Somphors. Lei in realtà non è a casa. Il papà è mancato qualche mese fa e la mamma sta mondando il riso. Prende le fascine e le sbatte energicamente contro un piano inclinato di legno raccogliendo il riso alla base. Da quando il marito non c’è più non ce la fa a mandare avanti la piccola produzione di noodles che faceva con lui. La perdita è stata troppo dura per loro. E in più devono anche pagare piccoli debiti accumulati anche perchè una finanziaria di microcredito li ha prima attirati con false promesse di facili guadagni e poi truffati dei loro soldi. Adesso la mamma e il figlio maggiore devono lavorare per ripagare 80 dollari al mese e per supportare Somphors a scuola. La nostra Somphors, che era sempre la prima a venirmi ad abbracciare. Chiedo se posso dare una mano. Per nostra convinzione e coerenza di approccio non voglio semplicemente dare del denaro, non è nostra consuetudine dare denaro. Chiedo se c’è qualcosa di cui hanno bisogno, che dovrebbero comprare e per cui possiamo intervenire noi. Non è facile nemmeno per loro chiedere, dobbiamo quasi insistere, ma alla fine ci vegono date le indicazioni. La bicicletta di Somphors è rotta e ce ne vorrebbe una nuova. Andata. E poi mentre stiamo per venire via, un’ultima richiesta per un sacco di riso. La produzione della famiglia non è abbastanza per coprire il fabbisogno alimentare. Faremo anche questo più che volentieri. Sempre una goccia nel mare. Poi vedremo più avanti cosa altro fare per dare modo alla famiglia di avere qualcosa con cui poter guadagnare del denaro. Da quest’anno abbiamo inserito nella lista dei regali per i ragazzi del SAD e le loro famiglie, la possibilità di regalare sementi o animali da allevamento, e la cosa nel suo piccolo sta dando i frutti sperati. / Then away again to our Somphors. She is not home actually. Her father died a few months ago. The mother is working rice. She takes the faggots and slams them vigorously against a sloping wooden plane collecting the rice at the base. Since her husband’s death, she has not been able to carry on the little production of noodles she made with him. The loss was too hard for them. In addition, they also have to pay small debts accumulated because a microcredit finance company has first attracted them with false promises of easy earnings and then cheated their money. The mother and her eldest child must now work to pay $80 per month and support Somphors at school. Our Somphors, who was always the first to come and embrace me. I ask if I can help. As per our policy and consistency of approach, I do not simply want to give money; it is not our habit to give money. I ask if there is something they need, that they should buy and for which we can intervene. It is not easy even for them to ask, we must almost insist, but in the end they give us the indications. Somphors’ bicycle is broken and a new one would be needed. Gone. And then while we are about to come away, a last request for a sack of rice. Family production is not enough to cover food needs. We will also do this, more than willingly. Always a drop in the sea. Then we will see later what else to do to give the family the chance to have something to earn money with. From this year on, we have included in the list of gifts for DAP children and their families, the possibility of giving seeds or farm animals as gifts, and the thing for as little as it is, is bearing its fruits.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ tempo di tornare al centro, sono ormai quasi le 3 del pomeriggio. Ci sono in corso tutte le attività con i bambini della scuola primaria, ci sono i medici che li visitano, arrivano anche i bambini della scuola secondaria, qualcuno per essere visto dai medici, qualcuno per venire a salutarmi. / It’s time to return to the center, it’s almost 3 pm. There are all the activities going on with primary school children, there are doctors who visit them, the secondary school children also arrive, someone to be seen by doctors, someone to come and greet me.

Già ieri erano venuti in diversi ad abbracciarmi. Ed oggi ne arriva un altro nutrito gruppo. Arriva la nostra piccola Kemheng, sempre più bella. Arrivano Sivchou, Reaksmey, Lina, SreiNy, Vannak. Tutti, dopo un grande abbraccio, a fare la foto con me per i loro sponsor. Il piccolo folletto Vannak ha una domanda per me. Ma perchè i miei sponsor non vengono a trovarmi. Non ho nemmeno il tempo di rispondergli che vengo travolto dall’abbraccio a ripetizione e dai baci dei piccoli che hanno finito la lezione. Eh si anche dai baci. Ieri la piccola Solideth mi è letteralmente saltata al collo per stamparmi un dolcissimo e grandissimo bacio sulla guancia, cogliendomi anche un po’ di sorpresa. E da lì, una dopo l’altra tutte le bimbe hanno voluto fare lo stesso. I maschi no, perchè in Cambogia non ci si bacia tra “uomini” anche se gli “uomini” hanno 8-9-10 anni e ormai più che tuoi figli potrebbero essere quasi tuoi nipoti per gli standard cambogiani. / Yesterday several of them had already come to embrace me. And today there is another large group. Our little Kemheng arrives, always more beautiful. Sivchou, Reaksmey, Lina, SreiNy, Vannak. Everyone, after a big hug, is invited to take the picture with me for their sponsors. Little elf Vannak has a question for me. But why my sponsors don’t come to see me? I don’t even have the time to answer him that I am overwhelmed by the repetition hugs and kisses of the little ones who have finished their lesson. Oh yes,  overwhelmed also by the kisses. Yesterday, the little Solideth literally jumped over my neck to smack a very sweet and very big kiss on my cheek, taking me a little bit by surprise. And from there, one after another, all the children wanted to do the same. The males don’t, because in Cambodia you don’t kiss “men” even if the “men” are 8-9-10 years old and now more than your children could be almost your grandchildren for Cambodian standards.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mentre ci incamminiamo per l’ultima home visit della giornata, i bambini si raccolgono in file ordinate pronti a chiudere la giornata con il canto dell’inno nazionale cambogiano. Chum’ria plia. See you tomoorroow. / As we set out for the last home visit of the day, children gather in orderly rows ready to end the day with the song of the Cambodian national anthem. Chum’ ria plia. See you tomoorroow.

La meta è la casa del piccolo/grande Peo, che adesso, nonostante i suoi handicap motori e di comunicazione, riesce a venire da solo al Centro, dalla casa che dista oltre 5 chilometri. Per diversi anni la mamma lo accompagnava con grande pazienza, pur di farlo partecipare alle nostre attività. Adesso al Centro ci viene da sè, con la sua bicicletta. La prima cosa che ha chiesto a Sokkea ieri, appena mi ha abbracciato, è stata di portarmi a casa sua, perchè ancora non ha avuto modo di avermi lì. E’ fantastico Peo. Fatica a spiaccicare parola, ma le idee le ha ben chiare. / The destination is the home of the little/big Peo, who now, despite his motion and communication handicaps, manages to come alone to the Centre, from his house that is more than 5 km away. For several years, his mother accompanied him with great patience, so that he could participate in our activities. Now he comes to the Centre on his bicycle. The first thing he asked Sokkea yesterday, as soon as he hugged me, was to take me home because he still didn’t have the chance to have me there. It’s great Peo. You hardly can speak few words, but you have very clear ideas.

Prendiamo il tuk tuk e arriviamo alla strada che da Kampot va a Kep e al monumento del cavallo bianco, dove la strada si biforca, da una parte per andare verso il confine vietnamita e dall’altra per andare a Kep, prendiamo a sinistra in direzione Vietnam per 200 metri e poi ancora a sinistra su strada sterrata. La strada è davvero sconnessa e sia io e Channa da una parte che Sokkea di fronte a noi, veniamo sbatacchiati di qua e di là. Meno male che c’è il figlioletto del nostro tuk tuk driver che ci tiene allegri. / We take the tuk tuk tuk and we arrive at the road that goes from Kampot to Kep and then at the monument of the white horse, where the road splits, on one side to go towards the Vietnamese border and on the other to go to Kep, we turn left in the direction of Vietnam for 200 meters and then left again on a dirt road. The road is really disconnected and both Channa and I on one side and Sokkea in front of us, get slammed up and down. Luckily the little son of our tuk tuk driver keeps us happy joking with us.

Dopo una decina di minuti, il tuk tuk deve arrestarsi e noi dobbiamo inoltrarci in mezzo alle risaie, con il riso talmente alto che quando Channa e Sokkea, davanti a me di una cinquantina di metri, svoltano a sinistra per prendere l’ennesimo sentiero, li vedo solo dalle spalle in su. Mentre cammino penso a dove sono, sperduto in mezzo alle risaie in Cambogia. Ma quando mai avrei pensato di fare questo tipo di esperienza qualche anno fa. / After about ten minutes, the tuk tuk must stop and we have to go into the rice paddy fields, with the rice so high that when Channa and Sokkea, in front of me about fifty metres, turn left to take the path to the house, I see them only from the shoulders upwards. As I walk I think about where I am, lost in the middle of rice fields in Cambodia. Only a few years ago I would have never even thought about doing this kind of experience.

Quando finalmente arriviamo alla casa di Peo lui è lì che ha appena finito di farsi una doccia. La casa è più che decorosa, con tante palme da cocco che la contornano, Nel cortile animali di tutti i tipi. Hanno l’elettricità, la parabola per la televisione, perfino acqua quasi corrente proveniente da una diga costruita a poca distanza da lì da investitori giapponesi. Praticamente un lusso rispetto alle case viste nel pomeriggio, che pescavano acqua verdognola e maleodorante da usare sia per lavarsi, che per cucinare che per bere (dopo averla bollita ovviamente). / When we finally arrive at Peo’s house he has just finished taking a shower. The house is more than decent, with so many coconut palms that surround it, in the courtyard animals of all kinds. They have electricity, the satellite dish for television, even almost running water from a dam built a short distance away from Japanese investors. Practically a luxury compared to the houses seen in the afternoon, which fished greenish and smelling water to be used both for washing, cooking and drinking (after boiling it obviously).

Il papà di Peo non vuole saperne di rinuciare a tirare giù qualche cocco e alla fine, nonostante il nostro tentativo di dire di no, ci arrivano 3 bicchieri colmi di acqua di cocco. Io e Sokkea ci guardiamo un po’ perplessi. E’ la seconda volta che ci offrono cocco oggi e visto l’effetto lassativo che in genere ha cosa facciamo? E giù il bicchierone tutto in un so, colpo, vedremo domani cosa succede. Sono troppo carini con noi per offenderli rifiutando il loro regalo. / Peo’s dad absolutely wants wants to get some coconuts for us and in the end, despite our attempt to say no, we get 3 glasses full of coconut water. I and Sokkea look at each other a bit puzzled. Is it the second time they offer us coconut today and given the laxative effect that generally coconut ha, what should we do? And down the glass all in one shot, we will see tomorrow what happens. They are too kind to us to offend them by refusing their gift.

Anche Peo ha ricevuto in regalo dal proprio sponsor un maialino. Maialino che a distanza di qualche mese, cresciuto a dovere, è stato venduto per ricavarne un buon guadagno e anche per comprare altri 3 maialini che adesso fanno bella mostra di sè nel recinto dietro la casa. E’ esattamente quello che volevamo. Avviare un circolo virtuoso in modo da dare modo a queste famiglie di rendersi autonome nel migliorare la propria condizione, al di là del contributo, piccolo o grande che sia, del sostegno a distanza. / Peo also received a little pig as a gift from his sponsor for Khmer New Year. Little pig that a few months later, grown up and big, has been sold to get a good profit and also to buy 3 more little pigs that now make a nice show of themselves in the fence behind the house. That is exactly what we wanted. Launch a virtuous circle in order to give these families the chance to become autonomous in improving their own condition, beyond the contribution, whether large or small, of distant support.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ davvero ora di andare. Quando ci incamminiamo sta ormai quasi facendo buio e dobbiamo fare mente locale sul percorso fatto all’andate per ripercorrerlo a ritroso. / It is really time to go. When we set off, it’s almost getting dark and we have to really think about the path we’ve made on the way over, to go back.

Il nostro fido tuk tuk è lì che ci aspetta, appena fuori dalle risaie, sulla strada sterrata. Ci avviamo e dopo una breve sosta all’ingresso della strada che porta al nostro Centro per lasciare Channa, proseguiamo verso Kampot. Ci vuole una bella mezz’oretta di tuk tuk. E alla sera non è particolarmente piacevole, soprattutto perchè qui è usanza, in assenza di qualsiasi servizio di nettezza urbana, bruciare i rifiuti. L’aria è letteralmente appestata dal fumo delle mini discariche in fiamme e sicuramente quello che respiriamo bene non ci fa. Purtroppo povertà vuol dire anche questo, che la gente si deve arrangiare come può. / Our trusted tuk tuk tuk is there waiting for us, just outside the rice fields, on the dirt road. We start and after a short stop at the entrance of the road that leads to our Centre to leave Channa, we continue towards Kampot. It takes a good half hour of tuk tuk. And in the evening it is not particularly pleasant, especially because it is customary here, in the absence of any kind of urban cleaning service, to burn waste. The air is literally plagued by the smoke from mini landfills in flames and certainly what we breathe does not do any good to us. Unfortunately, poverty also means this too, that people must take care of everything as far as they can.

Giornata davvero intensa. Ora di chiudere. E’ appena passata la mezzanotte quando chiudo questa pagina del diario. Giornata di grandi emozioni, davvero oltre ogni aspettativa, soprattutto alla quarta volta che vengo qui. A domani. / A really intense day. Now it’s time to close. It is just past midnight when I close this diary page. A day of great emotions, beyond all expectations, although it is the fourth time I come here. See you tomorrow.

Chum ria plia.

 

PS A proposito, la piccola Nita, che ieri ci aveva preoccupato con le sue gambine tutte segnate dai morsi delle formiche, oggi, avendo sentito che c’erano i dottori, dopo essere venuta a mangiarsi il riso, si è dileguata e non si è fatta più trovare. Quindi per chi ha seguito su Whattsapp ieri, la medicazione è rimandata a domani. / PS By the way, little Nita, who yesterday had worried us with her legs all marked by the bites of the ants, today, having heard that there were doctors, after having rice to eat at lunch, she disappeared and no longer to be found for the day. So for those who followed on Whattsapp yesterday, the medication is postponed until tomorrow.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: